-->

26 February 2006

Round-up domenicale

Anche in questi giorni per me convulsi, a volte vado a zonzo. In fondo oggi e' domenica, cosi' mi permetto qualche commento su: pseudoFallaci, Nigeria, Moretti, Nazifesto, Clooney. E un link.

A) la pseudovignetta di Oriana Fallaci: in questo aureo post qui su un sito dal promettente nome di Peacereporter si annuncia la presunta annunciata vignetta della Fallaci su Maometto - salvo dire che l'ha disegnata Vauro. Non so se sia la solita bufala. Se e' vero che la vignetta e' di Vauro, beh, nessuno si sorprende. Se non e' vero, questo post e' una bella vergogna per chi scrive in rete.

B) I disordini in Nigeria e il Papa all'Angelus di oggi: «Dio, Creatore e Padre di tutti, chiederà conto ancor più severamente a chi sparge in suo nome il sangue del fratello». Si puo' non essere d'accordo ?

Ci si puo' chiedere pero' se anche Allah partecipera' al redde rationem. Fuor di metafora : aspettando abbastanza, la disposizione alla soluzione violenta dei conflitti propria, evidentemente, dei nigeriani cristiani non meno che di quelli musulmani, offre l'occasione di censurare tutti insieme - o almeno di interpretare cosi' la (giustissima) censura.

Perche', in effetti, ci si puo' chiedere come mai non si sono denunciate negli ultimi mesi, e soprattutto dopo la vicenda vignette, le violenze (motivate, of course, anche politicamente: ma quale versione attuale dell'Islam non lo e' ?) dei musulmani nigeriani. Leggete la dichiarazione (tradotta qui) di diversi giorni fa del presidente della associazione cattolica nigeriana. E' chiaro chi ha cominciato, e che cosa ci si poteva aspettare non rimediando prima. Mica tutti sono paraculi e cerchiobottisti come noi europei.

Per carita', non voglio criticare per questo. Almeno il Papa lo ha detto, ed e' stato pressoche' l'unico.

C) Si discute tra le teste d'uovo progressiste, sollecitate da Capezzone, se l'uscita del film "Il caimano" di Moretti non debba essere rinviata a dopo le elezioni.

Delicatezza istituzionale ? Questione di opportunita' ? Ma no, ovvio: questione di tattica. Non ha torto Macaluso dicendo che la demonizzazione del Cav «e' assolutamente controproducente. La gente ha già capito da sola che Berlusconi è stato disastroso. [? ;) Nota mia] Ciò che ancora non ha capito è se noi saremo capaci a governare bene e con un'unità tale da garantire certe scelte. Di questo dobbiamo parlare agli elettori». Eggia'. E con il papirone della fabbricadelprogramma hanno fatto un bel progresso.

Un altro tale dice che "occorre fare attenzione: il film di Moore su Bush non provocò tutti quegli effetti positivi che sperava il partito democratico". Solo gli stupid white dems potevano sperare che l'imperatore intergalattico dei cazzari potesse tip the balance verso Kerry: sia perche' gli americani non sono italiani o spagnoli, sia perche' la bilancia era saldamente da una parte, sia perche' Moore e' un venditore di pattume certificato che sinceramente non mi sento di paragonare al pur antipatico Moretti il quale, almeno, i film li sa fare.

Da un lato, e' un bell'esempio di dibattito politico da komintern, alla faccia della liberta' di espressione. Non e' gia' uscita nelle edicole la pappardella di Deaglio, in bundle con l'Espresso ? D'altra parte, pensandoci meglio, Capezzone e' esperto di fallimenti dell'ultimo momento e forse non ha torto (anche visto che chi invece 'trasecola' all'idea e' Pancho Pardi). Quindi ben venga il Caimano in tutte le sale ;) .



D) Liberta' di violazione del pensiero unico ? Non al Nazifesto : litigano su come una cronista ha raccontato la manifestazione brucia-bandiere e 10-100-1000-nassirya. Sara Menafra: «Ho raccontato quello che ho visto: c'è un pezzo della sinistra [...] che pensa che i popoli occupati abbiano il diritto di combattere per la loro libertà con qualunque strumento e contro qualunque obiettivo», riferendosi agli slogan, alle bandiere incendiate, e ai discorsi del sindaco di Marano (NA) - chi non ricorda chi sia questo pirla please click here - e del coordinatore dei giovani comunisti bolognesi che a proposito di kamikaze che si fanno saltare a bordo di bus pieni di bambini, disse: «Bambini o non bambini, sono finezze da occidentali...». Aggiungo che non mancava in prima fila lo splendido Diliberto, gia' Ministro Guardasigilli della Repubblica, e probabile ministro (e poi si dice di Calderoli...) se il nobile salume vince le elezioni.

E) Tutti alla festa dello stereotipo anti-USA (se volete verificare se le vostre radici intellettuali sono quelle giuste per essere un America basher, leggete qui) con Clooney e Syriana. Un tale che sembra saper quel che dice lo demolisce qui. Io ne avevo accennato due mesi fa, promettendo, senza mantenere, una traduzione dell'articolo linkato sopra. Mi sdebito citando a memoria un'altro demolitore che non riesco a ritrovare, che diceva piu' o meno "Clooney invites us all to 'speak truth to power'. That's what I'm doing by bashing this movie".

Avevo detto: un link. Eccolo qui, a The Right Nation. Senza commenti se no faccio notte: ma non servono nemmeno.


UPDATE: un paio di giorni fa si e' sentito di un attacco qaediano a un grosso centro petrolifero saudita. Ma va' ...? Non c'e' miglior commento di questo Cox&Forkum di due anni fa:

Links to this post:

Create a Link

<< Home