-->

22 April 2006

L'estate gia' incombe

Oggi sono salito sulla bilancia. Povera lei: il risultato non ve lo dico. In ogni caso l'altro ieri, in spiaggia, in buona compagnia, e sotto un sole da tropici, ho dichiarato ufficialmente iniziata l'estate (facendo solenni voti - che non manterro'- di attivita' lavorativa ridotta a livello vegetativo).



Hat tip: Dry Bones.

14 April 2006

Castelli fa bene

Castelli rifiuta di richiedere agli USA l'estradizione relativa degli agenti CIA coinvolti nel "rapimento" di un terro-imam (ne avevo parlato qui).

Ha fatto benissimo - anche trascurando che ci avrebbero comunque risposto cippirimerlo. La motivazione riportata sul Corriere dell'Unione e' : Non me la sento di mandare agli Stati Uniti il segnale che lasciamo liberi i terroristi assolti dai magistrati e ci occupiamo di arrestare i cacciatori di terroristi.

Neanche noi.

I mag hanno detto che reitereranno la richiesta al nuovo governo: Diliberto sara' certamente piu' condiscendente.

UPDATE: ottimo post in merito da 2Twins.

Quanto valgo ?

Poco o niente, e specificamente

Shinystat: 10/50
Technorati: 85.799
Truthlaidbear: Slimy Mollusc (ma sono arrivato anche fino a Slithering Reptile...)

La cosa che mi pare invece interessante e' che "your blog is worth" dice $ 16936.20...

...trattabili, chiamate ore pasti.

13 April 2006

While we were sleeping...

.. in the election slumber, l'Iran ha lavorato. Ma quel che e' ancor meglio, la UE lavora a rifarci i connotati - linguistici : ecco il frutto. Hat tip: Alex Marra via Wellington.

Media e conteggi

Michael Barone (non potrei essere piu' d'accordo):

Much is made in old media over Berlusconi's control of the media. He is the richest man in Italy, and he owns three of the six broadcast television stations, plus as prime minister he supposedly controls the three state broadcast television stations. But old media overstates its case. Two of Berlusconi's three TV stations present little in the way of news (that's why he made money on them), and the third, Canale Cinque, does not provide sycophantic coverage of Berlusconi. Rather to the contrary: I once saw its anchor, Enrico Mentana (who bears a suspicious resemblance to Fox News's Neil Cavuto), give Berlusconi a pretty tough grilling—reminiscent of the way Cavuto and Brit Hume ask tough questions of conservatives on Fox News. As for the three state-owned stations, RAI Uno historically was the province of the Christian Democrats, RAI Due of the Socialists, RAI Tre of the Communists, and all three are pretty solidly anti-Berlusconi. Think of the way ABC, CBS, and NBC cover George W. Bush.
As for the print press, Berlusconi owns Il Giornale, which features economic statistics showing the predatory character of lo stato ladro on its front page. But it's far less influential than Corriere della Sera and La Stampa, which present a variety of opinions but tend to reflect the outlook of Italy's anti-Berlusconi corporate elite. La Reppublica, based in Rome, is a left-wing hit-man sheet. L'Unità is the former Communist paper: Enough said.


In omaggio alla teoria degli errori, Christian Rocca sul conteggio:

Non c'è in corso nessun riconteggio, in corso c'è il conteggio. Quello vero, quello ufficiale, l'unico. I deputati e i senatori sono proclamati dalla Corte di Cassazione che ancora non ha proclamato nessun eletto. Deve prima, attraverso la magistratura locale e gli uffici circoscrizionali, recuperare i verbali dei seggi, fare le somme e i conteggi ufficiali e poi infine proclamare gli eletti. Entro il 28 aprile. I dati del Viminale non sono ufficiali, non lo sono mai stati, il Viminale non si occupa di proclamare gli eletti. Quelli del Viminale sono dati informali raccolti dalle Prefetture. Qui c'è spiegato tutto. Peppino Calderisi dice che, a ogni elezione, tra i dati informali e quelli ufficiali c'è un discostamento di 40-60 mila voti. Questa volta ci potrebbero anche non essere, oppure potrebbero esserci a favore del centrosinistra. Ma, ovviamente, anche a favore del Polo. Aspettiamo, vista l'esiguità dello scarto. Questa è la prima cosa. Poi c'è la questione delle schede "contestate", cioè quelle non assegnate ai seggi, ma formalmente contestate dai rappresentanti dei partiti. Sono 43 mila. I magistrati dovranno controllarle e, eventualmente, assegnare i voti alle liste. Di nuovo, potrebbe non cambiare niente o potrebbe rafforzare l'Unione, ma anche assottigliare lo scarto oppure far vincere il Polo. Fine. Non c'è nessun riconteggio. Berlusconi farebbe bene ad aspettare, tacendo. Prodi farebbe bene ad aspettare, pur forte del risultato informale del Viminale, ma senza fare lo smargiasso.

12 April 2006

I am (un)easy

Foglio, 12 aprile:

Al direttore: Gli italiani all'estero regalano la vittoria all'Unione. Tutto, piuttosto che avere Umberto Eco tra i coglioni. (Christian Rocca)

Altra lettera, meno divertente :

Lunedì pomeriggio, mentre iniziava a profilarsi il testa a testa elettorale, Enrico Letta ha detto che le prime dichiarazioni del leader che avrebbe vinto sarebbero state della massima importanza per stabilire il clima politico successivo alle elezioni. La prima dichiarazione programmatica di Prodi è stata: “Non siamo disposti a tollerare la divisione in cui si è trovato il paese”. Visto che tutto lascia supporre che sarà disposto ad accettare la posizione politica del “suo” 50 per cento penso che non sia disposto a tollerare la posizione politica del “nostro” 50 per cento. Bene, il primo messaggio del bonario leader che vuole pacificare gli italiani avvolgendoli in un clima di patria fratellanza si esprime con una parola: intolleranza. (Roberto Bellia)

Sempre sul Foglio, in prima pagina, si richiamano i commenti di Rossana Rossanda e dell'ex-presidente della corte costituzionale: il succo e' che l'Italia e' marcia per via di B. e della destra, cioe' il "nostro" 50% di cui sopra e' malato, non di diversa opinione od orientamento. Ieri sera ho sentito le "reazioni" degli "artisti" in televisione, stamattina ho intravisto una tramissione con Augias che intervistava Giannini di Rep in un comizio a due sulle leggi sbagliate.... la campagna elettorale e' finita, ma il clima non migliora di niente, e a me non piace neanche un po'.

Per il resto, anche se che il riconteggio delle schede contese e' un atto dovuto (dal punto di vista della teoria degli errori, almeno) e sono d'accordo che si faccia, spero vivamente che non cambi il risultato. AConservativeMind lo spiega molto meglio di me. Cito il brano, secondo me, chiave, e che un po' mi tranquillizza:

Prodi [...] dice che governera' cinque anni, che la sua e' stata una grande vittoria e parla davvero come se avesse ricevuto un'investitura popolare. L'uomo che aveva promesso di unire l'Italia se ne sta semplicemente fregando della maggioranza degli italiani. Chiedendo di avere il mandato a governare ha firmato il suo suicidio politico. Lo hanno capito bene i Ds, i quali usano infatti un linguaggio assai piu' cauto. Gavino Angius insiste perche' la presidenza di una delle Camere sia data a un esponente della Cdl, con la quale secondo lui andrebbe concordata anche l'elezione del presidente della Repubblica. Massimo D'Alema, dopo le prime figuracce, si guarda bene dal suonare la tromba: ora parla di un "paese spaccato" e di un risultato "molto tirato, al di la' di quello che era prevedibile". Piero Fassino tira il freno a mano e dice che il loro governo "rappresentera' l'intero Paese facendosi carico delle aspettative e delle esigenze di tutti, con attenzione e scrupolo anche di chi ha votato il centrodestra".

11 April 2006

Quasi-gol

Pari, in sostanza. Camera all'Unione, Senato (finora) alla CdL. Differenze ridicole: alla Camera 0.07 %, al Senato 0.25%. La differenza a favore dell'Unione la fa la legge elettorale da essa tanto vituperata: grazie al sistema, alla Camera ha 60 seggi in piu' e al Senato solo 1 di meno. Mancano i seggi esteri, ma cambieranno poco: sempre piu' o meno uno o simili, e l'Unione i suoi non e' che li maneggi davvero tutti. Solo - again- "grazie" al dettaglio della legge elettorale la CdL non ha una maggioranza netta al Senato.

Ho alcuni commenti, tutti scontati, ma li faccio lo stesso.

a) Le regole si rispettano senza lamentarsi. L'Unione dovrebbe farlo piu' degli altri, dato che e' la vera premiata dalla nuova legge elettorale. Quelli che dicono "la legge voluta dal cdx ha reso ingovernabile il paese" dovrebbero invece ringraziarla, sospetto. La verita' e' che il "paese" alla sinistra non ha creduto: i perche' sono molti; il primo, a mio avviso, mettere in gioco un prestanome della vecchissima nomenklatura, oltreche' mezzo incapace, da rimuovere al primo soffio di vento, che non ha raccolto - ed era ovvio - quanto pensava.

b) Tecnicamente il cdx ha perso la Camera. Ma il risultato politico e' un pareggio, mentre pareva che che il cdx dovesse perdere tutto, inclusa la dignita', crollando di 7-10 punti. Palle, evidentemente. Che oggi rendono ancora piu' fastidiosa e fuori luogo, la spocchia dell'insopportabile Baffetto e del finto pacioso, ma notoriamente vendicativo Pretone.

Perche', non voglio inferire, ma con le truppe cammellate dell'informazione tutte a favore e 5 anni di ostruzionismo in parlamento, la sinistra avrebbe dovuto stravincere. D'altronde aver mezzi non garantisce niente, pensate all'Inter.

c) Nonostante tutto, io sono contento, e' come aver vinto. Quando giocavo a rugby perdevo quasi sempre (anzi: proprio sempre, tranne una partita in selezione triveneta - che pero' "hanno" vinto, avendo io giocato solo 2 minuti alla fine). Uno scarto di 10-15 punti ci sembrava una vittoria, e si finiva regolarmente a bere. Ma eravamo degli scassoni, andavamo a giocare in 12 (a rugby si gioca in 15) o roba simile: tanto che una volta l'arbitro ci fece i complimenti perche', in un secondo tempo in difesa con il fango alto 20 cm, in 12 e alla fine in 11, avevamo preso solo 25 punti.

Simile, con un risultato molto migliore, l'elettorato di cdx oggi: e' il giorno del "decerebrated-Voghera-housewife pride", l'orgoglio di quelli che la sinistra snob definisce esplicitamente (Eco, Tabucchi, Flores, Prodi stesso) dei paria o dei delinquenti - tendenza che dal politicume si e' estesa tra la gente comune di sinistra, per cui e' routine dire che chi vota cdx o e' ladro o e' idiota.

Aspettiamo che la polvere e l'animosita' si posino, e poi cerchiamo di dialogare. Riconoscendo pero' che il 50% e un pelo di piu' degli italiani non possono essere tutti affetti da cretinismo.

d) Nel mio mestiere di fisico computazionale, chi pretende di predire qualcosa con una deviazione relativa del 7 per mille senza precisazioni e qualificazioni, o e' ingenuo o ci marcia. Nessuno scandalo nel ricontare, qualunque sia il vincitore.

e) Cio detto', Prodi ha fatto le sue prime figure da pirla. La prima stanotte, la seconda oggi, dicendo (Corriere)"Si può governare 5 anni." Primi esempi, temo, di una lunga serie. Proclamare la vittoria avendo vinto la Camera per 25000 voti e perso (finora) il Senato mi pare irrispettoso nei confronti di tutti: elettori, avversari, e addirittura alleati, e dimostra scarso senso della misura e della realta'. Non voglio chiedermi se pensa di governare con lo stesso atteggiamento alla vae victis (ammesso che per i seggi esteri vada sopra di 1 seggio o 2 al Senato: altrimenti non si puo' nemmeno dargli l'incarico).

f) Infine, il cdx e' alive and well, e il Berlusca piu' di tutti. Come soggetto politico, Prodi - dica quel che vuole - e' in pericolo, Silviuccio direi proprio di no.

UPDATE: Al Senato dopo i seggi esteri Unione 158 - CdL 156. Cambia niente, salvo la possibilita', ora, di dare l'incarico a Prodi.
UPDATE2: Sempre che le verifiche sulle schede contestate non cambino i risultati. La cosa sarebbe spiacevole, ma niente affatto impossibile. Si tratta di seicentomila schede nulle, e di oltre quarantamila contestate - non lontano dal doppio del vantaggio dell'Unione alla Camera.
Vada come vada, i toni sinistri sono sinistri. Diamine, un po' di pazienza e di bon ton. In fondo ci avete inflitto Fo in parlamento: "mi dia un attimo di tregua", come dice Alex alla vecchietta in "Madagascar".
UPDATE3: Sorry, avevo capito male. L'eletto in famiglia Fo per l'IdV non e' Fo himself, ma la signora Fo, cioe' Franca Rame. Se possibile, molto peggio !

10 April 2006

SMS (Scusa Ma Suggerisco)

Ti pareva se non doveva venire fuori la solita e ampiamente annunciata menata. A me pare che sia questa la vera propaganda occulta. L'ultima minchiata che gira e' che il Cav si prepara al colpo di stato. Abbiamo addirittura l'OCSE che ci controlla - tipo Bielorussia. Ci voleva proprio in questo paese sotto regime oppressivo: dove Rep e Cor (i due giornali piu' grossi) sono organi di partito, nei due mesi prima del voto sono usciti a tappeto film anti che piu' non si puo' (Deaglio, Moretti, e altri minori), e dove i libri alla Travaglio si vendono a casse.

Guarda un po', la mia statistica e' diversa da quella di Rep. Io non ho ricevuto niente, ma la mia amica speciale ha avuto invece due messaggi, uno pseudospiritoso che suona Hai messo l'ora legale ? Questo w/e vai a votare altrimenti in Italia di legale restera' solo quella (ma dove stavano in questi cinque anni e nei cinque precedenti ?), che fa il paio col piu' noto e meno supponente Ti sei ricordato l'ora legale ? Ora ricordati di cambiare governo, e un altro piu' palloso (Vota P., la serieta' al governo etc.). E noi tetragoni, niente !

Gia' che ci sono: ieri sera (domenica) ho avuto la indesiderata e antipatica avventura di andare in un centro commerciale. Non ci si passava nei corridoi, negozi pieni, tutti in tiro, pieno di macchine con targa CX CY CW e oltre. Lo stesso, giorni fa, nel cercare un agriturismo per andarci intorno a Pasqua - ho faticato a trovare qualcosa con due settimane di anticipo.

Veramente un paese demoralizzato e in disperata crisi.

UPDATE: leggete Right-nonche'-Nation per capire chi e' che tarocca.

UPDATE-2: Su Rep viene a galla - surprise - il dossier Fiorani ! Che tempismo. L'articolo di Rep e' un capolavoro di agitprop occulto, anche se in 1 o 2 ore non spostera' molto (devo smettere di leggere Rep, altrimenti ogni tre minuti sono qui a commentare). Strano che la cosa non sia uscita prima - certo oggi non possono - il magistrato essendo la Forleo. A meno che non ci siano contenuti imprevisti ;)

07 April 2006

Ari-sono qui

Italia popolo di poeti santi navigatori sondaggisti e test takers: l'ultimo che ho fatto e' questo che mi pare abbastanza accurato. Come affinita' con coalizione e partiti mi da' questo :


05 April 2006

A fresh view on par condicio

Non ho mai parlato di politica alle mie due bambine - supponevo non potesse fregargliene di meno. Forse e' cosi', ma come funziona la PC al quadrato (politically correct par condicio) l'hanno capito meglio di molti altri.

Stasera (e' il mio compleanno) stavo mettendo in forno una torta e non stavo realmente ascoltando la televisione, accesa credo su RAI3 mentre una cassetta si riavvolgeva.

Beatrice (7 anni) : "Papi, io voto Berlusconi".
...
"Ma... beh... sei troppo piccola per votare."
"Allora, papi, tu devi votare per Berlusconi !"
"Ma...ehm...perche' ?" indago discretamente.
"Perche' lui non ha fatto niente !" dice con tono irritato.
"In che senso ?"
"Non ha fatto niente e tutti lo trattano male !"

Mi volto sbilanciandomi: "Pare anche a te ?"
Isabella, 10 anni tra 2 mesi: "..mah, si', dai, ce l'hanno tutti con lui ..."

Parole dette con lo stesso atteggiamento di difesa che quelli di noi che esprimono opinioni simili si trovano ad avere in questi giorni, tra profluvii di banalita' tipo "chi vota a destra o e' imbecille o e' delinquente" e "gli elettori di destra sono immorali".

Meno male che tra poco questa pena sara' in un modo o nell'altro finita.