-->

01 October 2006

Bielorussia e complici

Sulla vicenda di Maria, deportata ("deported home", per la precisione) in Bielorussia dalla nostra magistratura, avevo pensieri confusi. Ma li ha spiegati bene qualcun'altro. Aggiungo: a) la Bielorussia, in questa vicenda, usa gli sfortunati ospiti dei suoi orfanotrofi come macchinetta per far soldi (alcune decine di migliaia di movimenti aerei all'anno, per esempio) e strumento di pressione politica; b) il nostro sfortunato paese e' ormai con le braghe calate ai minimi storici nei rapporti con stati canaglia di varia natura.

PS: molti hanno obiettato all'uso di 'fascista' per descrivere il regime bielorusso. Corretto: quel regime e' comunista; "fascista" e' stato usato nel senso generico - e impreciso - di "brutale, oppressivo, illiberale" in cui di norma viene usato in italiano. Pensandoci bene, comunque, tra 'comunista' e 'fascista' c'e' veramente poca differenza, in tutte le realizzazioni pratiche dei due termini teorici. Sul piano economico, politico, umano.

Links to this post:

Create a Link

<< Home