-->

11 October 2006

Ricerca in crescita ? Mah.

La finanziaria miete altri successi: da ultima e' la Corte dei Conti a dare di mazza ferrata, nel semi-silenzio (vedi da Krillix) dei manutengoli della carta stampata. Sulla vicenda TFR (Ti fotte Romano), una analisi che mi e' piaciuta.

Una cosa interessante oggi e' quella riportata da Silviononfarmiastenerepiu', che punta all'ultimo report ISTAT sul finanziamento alla ricerca interno alle istituzioni, imprese, etc. Il report sembrerebbe andare nella direzione indicata mesi fa da RagionPolitica, secondo cui tutti i parametri di misura dell'innovazione tecnologica nella societa' at large sono in crescita, e sopra la media europea (e non quella del Botswana, nostro compagno di classifica secondo il World Economic Forum - che funnily enough basa le sue statistiche in gran parte su interviste).

A parte la validita' secondo me da chiarire di questi numeroni aggregati, ho comunque una obiezione da insider. Si nota che la ricerca aumenta (poco) nelle industrie, ed e' quella applicata, di processo, industriale. Importante, certo.

Tuttavia, e questo e' fuori discussione, il progresso vero e a lungo termine viene dalla ricerca di base. In questo campo il numero relativo all'universita' e' in calo, e quello delle istituzioni pubbliche (leggi: enti di ricerca) aumenta, poco poco poco. Visto dal di dentro, confermo che e' assolutamente cosi'. aggiungo che il privato alla ricerca di base non da' quasi niente. Anche qui, vorrei sapere come si spacchetta l'aggregato in singole istituzioni e linee e campi strategici etc.

In linea di massima, mi confermo all'ingrosso nella mia percezione da ricercatore che il governo precedente per la ricerca di base ha fatto poco - eufemisticamente parlando - sia direttamente (facendo riforme discutibili di enti di ricerca importanti, per esempio), sia indirettamente, con meno fondi all'universita' : i quali fondi andrebbero aumentati E dati con destinazione vincolata alla ricerca, non al reclutamento di bidelli e di parenti.

Questo governo qui, per carita', non parliamone: sta gia' facendo, e fara', molto peggio nonostante la fanfara di Mussi. Come diceva un collega: "Si', buoni propositi, ma forse e' ministro in un altro governo, oppure arriva sistematicamente in ritardo alle riunioni !".

Links to this post:

Create a Link

<< Home