-->

26 October 2006

Sulla scia di un complotto, troppi altri ne arrivano...

Da Aribandus, noto (tra l'altro) per un esaustivo debunking sull'attacco al Pentagono, ho letto un post solleticante sulle scie chimiche. OK, mi son detto, un divertissement, e delle belle foto (commentate: in puro stile Sulterrorismo).

Poi, per scrupolo, ho fatto una ricerchina e ho realizzato che la cosa e' davvero in discussione, anzi e' un delirio full blown (vedi ad esempio qui). E su Luogocomune impazzano i fan della scia. Poi pascolando per il blog di Aribandus, sono incappato in una discussione tra il titolare e un tale, si', quel tale, che filma a Los Angele(s) (fuor di metafora : Mazzucco, il luogocomunista). Il quale, se capisco bene, sostiene tra le tante altre una teoria del complotto sulle missioni lunari della NASA. Sulla luna non ci sono andati davvero, era tutto un tarocco. Come il 9/11 che e' opera del Mossad e di Bush, le scie che sono veleni sparsi ad arte da oscuri poteri militari, eccetera eccetera.

Tre cose.

Uno (la piu' importante) : una buona discussione chiarificatrice in proposito e' qui, in pdf con belle foto qui.

Due : ricordo che tempo addietro uno specifico tizio su uno specifico sito americano criticava il dogma AIDS=HIV. (Anche altri lo fanno, e per buone ragioni.) La cosa mi pareva sensata, perche' tornava con mie considerazioni indipendenti (qui e qui) sugli ottimi motivi per criticarlo (personalmente lo trovo uno sconcio scientifico e mediatico). Poi pero' capita che il tipo parte per la tangente, e dopo un po' dice che il DNA non esiste, che gli UFO qua, che il signore degli anelli la'. Breve : e' difficile credere a uno cosi' anche quando -e se mai- eventualmente dicesse il vero. (Non sto dicendo, by the way, che il luogocomunista lo abbia mai fatto.)

Tre: leggiucchiando un libro di economia per dummies, ho riflettuto sul fatto ovvio che fare una qualsiasi cosa produce la rinuncia ad altre. Un bilancio di queste, ed altre, risorse finite e' appunto, in sintesi, l'oggetto dello studio dell'economia. Penso che la maggior parte della gente dovrebbe avere di meglio da fare che farsi raccontare panzane palesi come "sulla luna non ci e' andato nessuno", e magari che la terra e' cava, e le scie degli aerei sono antrace sparso dai cattivi americani, o altre piacevolezze. Peggio ancora, non dovrebbe esserci gente "costretta" a farsi un paiolo cosi' (sono 170 pagine di lavoro !) per dimostrare che dei personaggi self-serving, e/o in malafede, e/o senza cervello si stanno inventando delle fanfaluche.

P.S. Secondo voi, fossi un malvagio presidente di uno stato a caso che vuole autoinfliggersi, cosi' per dire, un attentato per giustificare le sue nere trame, metterei una opportuna bomba in un singolo posto rappresentativo o metterei su una inverosimile e complicatissima manovra kamikaze con aerei civili, dimenticandomi anche di non usare missili e aerei militari ? So che il buon senso se uno non ce l'ha non se lo puo' dare, ma a proposito di complottismo e altre complicazioni, l'arma migliore rimane questa. Il mondo dei complottisti, invece, appare dominato dalla legge di Blair, "the ongoing process by which the world's multiple idiocies are becoming one giant, useless force."

Links to this post:

Create a Link

<< Home