-->

27 March 2008

I have a mustard seed - 2

Da Fausto Carioti un interessante confronto tra l'originale della lettera di Allam e quella pubblicata dal Corrierino dei Piccoli. Forse il C. si vergogna che il suo vicedirettore venga battezzato dal papa in un gesto di rottura importante e, di sicuro, senza precedenti.

(Altri giornali dovrebbero invece, ma non lo fanno, banalmente vergognarsi di se stessi. Per citare Carioti, Toynbee doveva avere in mente anche simili bischerate quando diceva che le «civilità non muoiono per omicidio, ma per suicidio». Tornano alla memoria Karl Popper e le sue istruzioni per l'uso: «Tolleranti con i tolleranti, intolleranti con gli intolleranti». Questo spiega come comportarsi con integralisti islamici e gente del genere. Resta da capire come regolarsi con i pirla.)

Comunque sia, questo evento, nel suo aspetto politico, è un capolavoro di Ratzinger : della sua richiesta "ovvia" di reciprocità (che rieccheggia grottesca nelle ipocrite prese di posizione islamiche tipo il delicato eufemismo "qualsiasi apostasia è vista con forte perplessità") e del suo messaggio da Regensburg - in realtà da molto prima - in poi : che (nelle parole di John Lewis) only reason can allow human beings to reject the claim that God dictates the truth to submissive servants, who gain his favor by imposing that claim by force.

Links to this post:

Create a Link

<< Home