-->

08 April 2008

"Che mangino sure !"

Dalla lista Eurabia, un messaggio di painlord2k (alias Mirco: qui il suo blog):

Alcune delle mie intuizioni sembra che si stiano materializzando anche più velocemente di quanto mi aspettassi.

In particolare, sono interessanti gli articoli 4 e 2.

1) Gates of Vienna: Bread or Bombs?

2) Explosive situation in Egypt : Al Azhar spends $10 billion on Islam while Egyptians can't find bread (Sons of apes and pigs)

3) Egypt's bread lines turn deadly amid food crisis and security forces block general strike (Sons of apes and pigs)

4) Rust to fertilize food price surge (F. William Engdahl)

5) Food Price Riots Popping Up Around The World (Parapundit)

Sono molti interessanti alcuni commenti agli articoli. Ad esempio, se l'Occidente fosse "costretto" all'embargo del grano nei confronti del mondo islamico, le riserve dello stesso sarebbero sufficienti solo per poche settimane, molto meno di quanto durerebbbero le riserve di petrolio. Al contrario, l'Occidente potrebbe continuare ad utilizzare la produzione in eccesso per produrre carburanti in situazioni di emergenza (come fatto dagli inglesi durante la WW2).

Quest'anno e nei prossimi anni, se le cose non cambiano, la diffusione di particolari funghi potrebbe distruggere la produzione di cereali di molte parti del mondo che vanno dalla Somalia al Pakistan. Questo implica instabilità profonda per i paesi coinvolti, che dovranno spendere molto per impedire cha la loro popolazione muoia di fame o soffra troppo e che la fertilità generale di quelle popolazione dovrà diminuire forzatamente per mancanza di cibo.

Non so perché, ma questa situazione mi fa venire in mente la parabola della casa costruita sulla sabbia e di quella costruita sulla roccia.

Links to this post:

Create a Link

<< Home