-->

14 October 2008

Nobel a Krugman

L’ossessione di Krugman sono i tagli fiscali che, secondo lui, avrebbero condotto al tracollo, quando invece hanno fatto crescere l’economia e portato più soldi nelle casse federali. Krugman aveva previsto un crollo dei posti di lavoro e gli ultimi otto mesi cominciano lentamente a dargli ragione, anche se in realtà il saldo è in attivo di sei milioni dal dopo 11 settembre a oggi. Krugman aveva previsto la recessione nel 2003, nel 2004, nel 2005 e così via. Ma l’economia americana è cresciuta a un ritmo superiore a quello dei paesi del G7. (Qui.)

Campione dell'interventismo statale; fiero avversario delle politiche economiche di Bush; “ha l’inquietante abitudine di rimodellare, di tagliare a fette e di citare in modo selettivo i numeri” in modo da accusare sempre e comunque i repubblicani e Bush. Ah, ecco.

Update: ed e' pure -so to say- un ectoplasma.

Links to this post:

Create a Link

<< Home