-->

06 February 2009

Ben detto

In attesa dell'approvazione di una completa e organica disciplina legislativa in materia di fine vita l'alimentazione e l'idratazione, in quanto forme di sostegno vitale e fisiologicamente finalizzate ad alleviare le sofferenze, non possono in alcun caso essere rifiutate dai soggetti interessati o sospese da chi assiste soggetti non in grado di provvedere a se stessi.

----

C'è una ragione minuscola ma decisiva per cui nessun italiano potrebbe contestare al presidente la firma: se a Udine si va avanti come minacciato, una cittadina italiana potrebbe subire, unica e sola, un a condanna a morte applicata con metodi feroci (la fame e la sete), e questo qualche settimana o mese prima che il Parlamento approvi una legge di moratoria, che renderà impossibile il ripetersi di una simile offesa alla dignità umana.

----

"Protocollo di disidratazione": una perifrasi che avrebbe avuto successo nel Terzo Reich. A quanto pare anche nell'Italia della magistratura indipendente.

Links to this post:

Create a Link

<< Home