-->

10 February 2009

Che misero Paese

L'Italia piange, titola un giornale dalla linea ambigua. Poteva pensarci prima.

Gli sciacalli non sono quelli che pensa Magris, ma proprio queelli come lui, che, poverino, si e' proprio rincoglionito.

Anche se parla di un'altra situazione, Camillo dice bene: I radicali un tempo erano indispensabili, poi sono diventati altamente dispensabili e credevo sarebbero riusciti a fermarsi dalle parti dell'inutilità. Credevo male. Ora sono dannosi.

E bene di nuovo:

Chi ha ecceduto è stato il presidente della Repubblica con il no preventivo al decreto e, inoltre, giudicando incostituzionale il decreto perché non ne intravede "l’urgenza". Intanto non spetta a lui, ma al Parlamento, stabilire se ci sono i requisiti di "necessità e urgenza" stabiliti dall’articolo 77 della Costituzione e, poi, come si fa a dire che non ci sia urgenza? [...]

Il governo con i decreti e il Parlamento con le leggi hanno tutto il diritto costituzionale di approvare – anche in presenza di una sentenza passata in giudicato – una norma che dica "non si nega l’alimentazione a una persona in coma stato vegetativo". Non sono sicuro che sia la cosa giusta da fare, anzi in linea di principio sarei contrario e se ci fosse un referendum quasi certamente voterei contro, ma non è che per questo scendo in piazza e mi appassiono alla battaglia per uccidere una persona.

Links to this post:

Create a Link

<< Home